Pisco

Pisco è una denominazione di origine che si riserva a una bevanda alcolica, appartenente ad una varietà di acquavite di vino, si produce nelle coste del Perù da finale del secolo XVI è il distillato per eccellenza del Perù.
Dipendendo delle uve usate nella sua elaborazione e distillazione, esistono 4 varieta di pisco peruviano:

Pisco Puro, speciale per la sua fina distillazione e per il uso di una sola varietà di uva no aromatiche come quebranta, mollar y negra corriente.
E un pisco di poco aroma, il obiettivo e non saturare il senso del olfatto e dare completa priorità al sapore, l'ideale per l'elaborazione del pisco sour, il preferito per il peruviani dalla variante quebranta.

Pisco Mosto Verde, proviene della distillazione di mosto fresco incompletamente fermentato, in altre parole si distilla il mosto prima che il zucchero sia trasformato in alcol, per questo tipo hanno bisogno di più quantità d'uva per litro di pisco, per questa ragione il suo prezzo aumenta.

Pisco Acholado, Proviene della mescola di diverse varietà d'uva o di pisco, acholado arriva dal termino Cholo che per il peruviano significa la mescola di razze oriunde delle Ande Peruviane, si avvicina al "blended" come il whisky escocese, il cognac, etc, è molto pregiato per gli intenditori.

Pisco Aromàtico, Elaborato con ceppi di varieta profumata come l'uva italia, moscato, torontel, albilla, sono ideali in cockteleria, con un 20% del mercato peruviano è dicono di più preferenza nel settore delle femmine.


Si riconoscono come uniche zone di produzione di questo liquore la regione di Lima, Ica, Arequipa, Moquegua come anche i valli della regione Tacna: Caplina, Locumba, y Sama.
Nella costa peruviana si localiza un valle, un fiume, un porto e una città chiamata Pisco, queste località figuravano già nelle prime mappe fatte per il Perù realizzato da Diego Mèndez nel 1574.


Per questo l'autentico Pisco è e sarà solo il PERUVIANO.











Nessun commento:

Posta un commento